La cooperativa sociale Stomatologico apre la scuola internazionale per dentisti PDF Stampa Scrivi e-mail
(0 - user rating)
Notizie
Giovedì 20 Dicembre 2012 13:54

E’ nata a Milano la scuola di alta formazione internazionale per dentisti. Fautori dell’iniziativa l’Istituto Stomatologico Italiano società cooperativa sociale e l’Università di Milano-Bicocca che già collaborano da anni nella formazione medica dei futuri dentisti e dei professionisti degli studi dentistici.

 

L’International School for Dental Medicine (ISDeM) – questo il nome della scuola costituita sottoforma di consorzio presso la sede della cooperativa – vanta già importanti collaborazioni, dalla New York University alla Paris Diderot e alla brasiliana State University Vale do Acaraù.

 

Obiettivo di ISDeM è l’alta formazione post-universitaria nel campo dell’odotoiatria, odontostomatologia e della chirurgia orale. Formazione, ma anche ricerca scientifica e sviluppo di livello internazionale a guida italiana.

 

“Chi crede nella ricerca e nella formazione si attiva e mobilita le riserve necessarie” ha commentato il dottor Roberto Borloni, presidente dell’Istituto Stomatologico Italiano. “La prima scuola odontoiatrica italiana è nata qui nel lontano 1909 e siamo pronti a cogliere nuove sfide nello spirito dell’eccellenza, anche cooperativa, che ha sempre caratterizzato l’istituto. Siamo un’istituzione privata, ma di un privato assai particolare, che coniuga efficienza a giustizia sociale: curiamo anche gratuitamente persone special needs, trattiamo pazienti in terapie anticoagulante per pazienti che altrimenti difficilmente potrebbero ricevere assistenza negli studi professionali, formiamo nuovi professionisti e battiamo le nuove strade della ricerca in un’ottica di apertura verso altre esperienze e istituzioni, anche internazionali. Mettere in contrasto efficienza e giustizia sociale rappresenta un’espressione inaccettabile di ignoranza”.

 

Parole condivise dal Rettore dell’Università Milano-Bicocca, professor Marcello Fontanesi: “Non è possibile rinchiudersi nel proprio laboratorio e nelle proprie aule: così si muore, si esaurisce ben presto la propria esperienza. Sono molto soddisfatto della nascita, finalmente, di ISDeM. Dico finalmente e ringrazio l’Istituto Stomatologico Italiano della caparbietà con cui ha conseguito il risultato e per la pazienza che ha dimostrato nei confronti delle lentezze burocratiche dell’Università. In ISDeM si manifesta l’unione dell’insegnamento accademico alla professionalità di chi opera sul campo: si studia, si fa ricerca e si applicano direttamente i risultati con un’attenzione anche economica ai pazienti”.

 

Il professor Marco Baldoni, direttore della Clinica odontoiatrica dell’Università Milano Bicocca e presidente ISDeM, ha ricordato di aver battuto le aule dell’Istituto Stomatologico Italiano da studente e, ora, di aver subito il severo esame del proprio rettore per la costituzione della Scuola di alta formazione. “Esami severi e verifiche li abbiamo subiti anche dalle università internazionali con cui abbiamo stretto rapporti. Unire didattica, ricerca e applicazioni è lo spirito fondativo di ISDeM”.

 

Il tutto a costo zero per l’amministrazione pubblica. “L’istituto oggi conta ambulatori, studi, reparti e sale operatorie per un totale di 11 mila metri quadrati distribuiti su 9 piani, 300 dipendenti dei quali circa la metà soci della cooperativa e 15 mila nuovi pazienti all’anno” precisa il presidente Borloni. “Siamo convenzionati con il Servizio sanitario nazionale da 30 anni, ma in non pochi casi, per garantire a persone in difficoltà o persone disabili la necessaria continuità di cura, siamo andati ben oltre quanto riconosciuto dall’assistenza pubblica”.

 

 

L’Istituto infatti assicura, con proprie risorse, cure e assistenza a persone disabili difficilmente trattabili dai normali studi dentistici nonché offre forme di dilazione di pagamento e di sconti a persone in difficoltà economica. Garantisce all’Opera San Francesco per i poveri – una dei maggiori enti benefici di Milano – la presenza di propri dentisti un giorno alla settimana per fornire cure gratuite ai senza fissa dimora assistiti dai francescani.

 

E, sul piano della formazione e dell’aggiornamento dei dentisti privati, assicura un ricchissimo programma di seminari e di incontri formativi a cui, nel corso dell’anno scorso, hanno partecipato circa 1.400 persone. Apprezzatissimo infine l’Isi Contest, giunto alla terza edizione: vetrina per i giovani dentisti che stanno completando la propria formazione in istituto e che presentano un caso di studio a una platea di affermati professionisti.

 

 

Vai al sito dell'Istituto Stomatologico Italiano

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Joomla templates by a4joomla